• Home
  • News
  • L’appello di Beatrice: proteggiamo la “faggiona”

L’appello di Beatrice: proteggiamo la “faggiona”


L’appello di Beatrice: proteggiamo la “faggiona”

Un appello per la Faggiona di Rombicciaio,  albero simbolo dell’Appenino e custode di una Verginina

E’ cosa veramente molto rara che si parli della nostra piccola realtà sulla stampa locale, quindi  trovarci una lettera scritta da una giovane lustrolese è stata una bella e inattesa sorpresa!
Ieri, domenica 28 marzo, il Resto del  Carlino ed. Bologna ha pubblicato la lettera/appello di Beatrice Lenzi, 22 anni, nata e residente a Lustrola.

La lettera

La lettera riguarda la faggiona di Rombicciaio, un grande faggio alto circa 20 metri (tutelato come albero monumantale della nostra regione) che di recente  è stato pesantemente danneggiato dal peso della neve o da una malattia.

 

L’amore per la natura

Amo la mia montagna  – afferma Beatrice – e amo soprattutto il mio paese, Lustrola, dove sono nata e dove vivo con la mia famiglia. Siamo a 750 m. slm, quindi non alta montagna, ma per me è abbastanza per sentirmi libera. Mi manca la città? Assolutamente no.
Qua c’è la neve quando in città non c’è, in estate la temperatura è mite mentre in città si ‘schianta’ di caldo e il paesaggio è dominato dai boschi e dal canto degli uccellini, non da palazzi e smog.
Siamo una trentina di residenti e viviamo immersi nella natura, ma possiamo facilmente raggiungere luoghi ancor più tranquilli e panoramici con poche ore di cammino: in circa 2 ore si arriva ad esempio Monte Cavallo (a 1300 m s.l.m.) dove è possibile rilassarsi e riposare presso il rifugio, e da lì si diramano altri sentieri che portano a cime, rifugi o altri luoghi affascinanti, come il Corno alle Scale, il lago Scaffaiolo o Pian dello Stellaio. Lustrola si trova a 8 km da Porretta Terme e si raggiunge facilmente in macchina in 10-15 minuti, ma anche in corriera o, con un po’ di allenamento, anche a piedi  o in bicicletta…

L’appello

Perchè ho scritto quella lettera al Carlino? Perchè amo la natura e il paesaggio che offre. Sono affezionata alla “faggiona”, meta di tantissime mie camminate sin da quando ero bambina: scoprire che ora è danneggiata mi ha fatto male e mi piacerebbe davvero che si potesse fare qualcosa per sistemarla e permettere a tutti coloro che passano da lì di continuare ad ammirarla come merita“.

 

la faggiona del rombicciaio danneggiata
1- La “faggiona” e la Verginina nel tronco
la faggiona del rombicciaio
2 -La “Faggiona” di Rombicciaio e il troncone spezzato
la faggiona di rombicciaio danneggiata
3- La “Faggiona” di Rombicciaio e il troncone spezzato
la faggiona del rombicciaio danneggiata
4 – La “Faggiona” di Rombicciaio e il troncone spezzato
Beatrice Lenzi (Pian dello Stellaio 2021)

 

 

 

 

 

 

 

Associazione Lustrolese Ca' Nostra

Via Mezzola, 6, 40046 Lustrola - Alto Reno Terme - Bologna
www.lustrola.it - info@lustrola.it - Telefono: 339 279 3451