Lustrola – Monte Prati – Rifugio Monte Cavallo – Tre Croci


Difficoltà: Medio (per la lunghezza dell’itinerario).
Tempo stimato di percorrenza: 2h15′ andata – 2h ritorno.
Dislivello stimato in salita: 540 m andata.
Problemi di percorribilità: nessuno.
Segnavia: Locale (n 3 – San Rocco – Acquedotto – Granaglione) e CAI 103

  • Da Lustrola, Via Mezzola , dirigersi verso ovest in direzione Granaglione, in contrada Sipoggi, fino all’inizio della discesa di via Mezzola verso la Strada Provinciale 64
  • Imboccare sulla destra il sentiero con segnavia locale in legno “3” (740 m), che sale leggermente lungo il dirupo che sovrasta la Strada Provinciale, ma è sempre largo e agevole da percorrere, fino alla curva della “serra di sopra” (780 m) dove è una “Verginina” in sasso
  • Proseguire in leggera discesa per pochi metri fino a immettersi nel tornante della strada forestale che dalla Strada Provinciale sale al Cimitero di Granaglione e prosegue verso San Rocco
  • Imboccare la strada in salita sulla destra. Dopo pochi minuti, sulla destra, si trova la Chiesina di San Rocco, edificata nel bosco (800 m). Proseguire sulla strada forestale percorrendo due tornanti fino a un bivio e proseguire a destra, in salita
  • Dopo un falsopiano che attraversa una abetaia e castagneti, e una curva a destra e poi a sinistra, in concomitanza con l’attraversamento di un fosso si trova un segnavia CAI 103 che indica di salire a destra per giungere poco sopra alla strada forestale per Monte Cavallo che sale da Granaglione (892 m). Qui il sentiero attraversa la strada e prosegue leggermente più a monte.
  • Alternativamente: si può scegliere di salire verso destra per la strada forestale, percorso più lungo ma meno faticoso che conduce nella stessa direzione
  • Proseguire sul sentiero 103, ben segnato, che segue il tracciato della “ Strada Vecchia”, l’antica mulattiera che collegava Granaglione al Monte dei Prati. Seguire il sentiero fra strappi in salita e tratti di traversata in costa
  • Superare su lastre di roccia il Fosso Crocetta (1008 m) e affrontare un ultimo tratto in salita, ove si incontrano sulla destra un “casone” semi diroccato e sulla sinistra una casa in sasso ristrutturata, fino a giungere in località Monte Prati (1117 m), al crocevia con la strada che sale da destra e prosegue a sinistra verso Monte Cavallo
  • Proseguire a sinistra, da cui presto si sale lungo il crinale tra Valle del Reno e Valle del Rio Maggiore. Superare, le indicazioni su segnavia locale a sinistra per “Granaglione – Rasa” e giungere dapprima in località Piaggiabella (1278 m) dove, fra la vegetazione, si offrono vedute su valli e monti circostanti fino al Passo delle Tre Croci, e successivamente raggiungere il Poggio (1300 m) nei pressi del Monte di Boschi
  • Seguire la strada che costeggia il monte a nord fra i faggi, per giungere in leggera discesa al bivio che sulla sinistra conduce direttamente al Rifugio di Monte Cavallo (1283 m) con servizio di ristorazione, aperto tutti i giorni nei mesi estivi e nei fine settimana durante l’anno, tranne l’inverno, e comunque dotato di ricovero invernale di emergenza
  • Dal precedente bivio, imboccando a destra, si giunge in breve al Passo delle Tre Croci (1279 m) sulla sella tra la Valle del Rio Maggiore e la Valle del Randaragna. Qui la vista può spaziare dal Monte Gennaio alle lontane vette delle Alpi Apuane. Il Corno alle scale è nascosto dal vicino Monte Tresca.
    In questo punto giungono quattro strade (quella appena percorsa, le strade che salgono da Casa Forlai e dal Nibbio sul versante del Randaragna e la strada che sale da Castelluccio) ed il sentiero che sale da Varano e Vettica sul versante del Rio Maggiore
  • Da qui è possibile proseguire lungo il sentiero che percorre il meraviglioso crinale, attraversa Pian dello Stellaio e Rombiciaio e conduce a Porta Franca e all’omonimo rifugio CAI affacciato sulla Valle dell’Orsigna, per poi inoltrarsi in un formidabile e selvaggio scenario appenninico lungo le pendici del Monte Gennaio sino al Passo del Cancellino, da cui si risale al Passo dello Strofinatoio fino alla vetta del Corno
  • Per il ritorno a Lustrola, se non si scelgono percorsi alternativi per una delle strade sopra indicate, è sufficiente tornare sui propri passi, magari scendendo da Monte Prati sulla strada forestale invece che col sentiero 103
lustrola-territorio-sentieri-sentiero-lustrola-monte-prati-rifugio-monte-cavallo-tre-croci-mappa
Mappa
lustrola-territorio-sentieri-sentiero-lustrola-monte-prati-rifugio-monte-cavallo-tre-croci-altimetria
Profilo altimetrico

Associazione Lustrolese Ca' Nostra

Via Mezzola, 6, 40046 Lustrola - Alto Reno Terme - Bologna
www.lustrola.it - info@lustrola.it - Telefono: 339 279 3451