Rota


Rota

Avanzando sulla via Mezzola con provenienza da Borgo Capanne, e superate le contrade Frabga , I Campi, e dopo il bivio che sale a destra per Altracà, ci si imbatte in una antica volta di sasso, sotto un fabbricato di un solo livello e con un solo vano.

Un tempo sulla via Mezzola si incontravano tre volte, che sono state abbattute nel corso del XX secolo per allargare i passaggi o per cedimenti delle strutture.

Sopravvive questa volta, che affianca da monte uno dei più antichi edifici di Lustrola.

Appena superata la volta, a sinistra, una breve scalinata in sasso sale alla suggestiva balconata coperta (Porghino o Balco) con pavimentazione e balaustra in legno.

Sulla parete di fronte ai gradini è un antico affresco di un Ecce Homo, detto Il Cristo del Balco. A lato dell’affresco, è una porta di ingresso alla sezione di casa a sud, con archi in pietra lavorata a ogiva, di foggia unica in tutta Lustrola, con chiave di volta sporgente e scolpito in rilievo il simbolo pontificio di due chiavi incrociate.

Questo edificio, sul lato sinistro all’uscita dalla volta in direzione di Granaglione, è Rota. Non una vera e propria contrada, vista la piccola estensione, ma parte del nucleo storico del paese.

 

Associazione Lustrolese Ca' Nostra

Via Mezzola, 6, 40046 Lustrola - Alto Reno Terme - Bologna
www.lustrola.it - info@lustrola.it - Telefono: 339 279 3451